PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Si definisce archivio il complesso dei documenti prodotti o acquisiti da un ente, una istituzione privata, una famiglia o una persona durante lo svolgimento della propria attività.  
I documenti conservati negli Archivi di Stato sono liberamente consultabili ad eccezione di quelli riservati per motivi di politica interna e estera o perché contengono dati personali sensibili o giudiziari, che diventano consultabili dopo 40 - 70 anni. 
Archivio di Stato di Napoli, presso l'antico monastero benedettino dei Santi Severino e Sossio. 
Giovanni XXII al comune e al popolo di Sezze. Avignone 1332, luglio 31. La documentazione del Diplomatico pontino dell' Archivio di Stato di Latina è costituita da bolle papali, brevi, motu proprio, "litterae gratiosae" e "litterae executoriae". 
La sede della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana (Firenze, Palazzo Neroni). Le soprintendenze tutelano gli archivi degli enti pubblici territoriali e non, privati di particolare interesse culturale e beni bibliografici non statali. 
Gli archivi fotografici servono agli studiosi per le loro ricerche come materiale documentale e ai singoli cittadini per ritrovare le loro memorie individuali o per dare volto ai fatti della storia, o anche solo per fini amministrativi. 
L’archivio audiovisivo delle Ferrovie dello Stato italiane è un patrimonio documentario costituito da oltre 600.000 immagini - tra negativi, diapositive, stampe, su lastre in vetro, in formato digitale - e da più di 6.000 cassette video. 

Novità