PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Luglio 2020 | “Ti racconto la storia” si arricchisce di una nuova collezione: l’archivio sonoro di Radio Onda Rossa

Nel portale Ti racconto la storia è stata pubblicata una  nuova collezione dal titolo L’archivio di Radio Onda Rossa. Fonti digitali per la storia dell’Italia repubblicana. Si tratta delle trasmissioni radiofoniche di Radio Onda Rossa, radio comunitaria nata a Roma nel 1977, che rappresenta una delle esperienze più longeve e significative tra le cosiddette radio libere. Sono stati pubblicati 52 file digitali, di cui  3 del 1977, 47 del 1978, e 2 del 1979.

Queste trasmissioni documentano  importanti avvenimenti della storia istituzionale, politica, sociale e culturale italiana a partire dal 1977 e costituiscono una risorsa inesplorata e di rilievo non solo per la ricerca, ma anche per la memoria di esperienze, linguaggi e contesti. Radio Onda Rossa è stata lo strumento di informazione e comunicazione di numerose realtà politiche romane e nazionali dell’area dei movimenti extra-parlamentari, e nelle sue trasmissioni ha dato conto, spesso in diretta dagli eventi, di passaggi cruciali della recente storia repubblicana. Questa emittente costituisce tuttora una viva realtà radiofonica.

La collezione è il prodotto di un progetto di ricerca promosso dal Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo, Laboratorio di informatica e didattica della storia (LIDS) – il cui responsabile scientifico è il prof. Emmanuel Betta­ – della Sapienza Università di Roma. Il progetto è stato avviato nel 2013 e negli anni successivi è stato finalizzato alla pubblicazione nel portale Ti racconto la storia tramite due convenzioni con l’Istituto Centrale per gli Archivi.

Gli obiettivi principali del progetto sono stati: 1. il recupero e il censimento del materiale documentario audio/video dell’archivio di Radio Onda Rossa; 2. la conservazione del materiale attraverso la digitalizzazione integrale dei nastri analogici; 3. l’archiviazione e la pubblicazione degli oggetti digitali secondo standard archivistici.

Per accedere alla consultazione dei file audio è necessaria la registrazione, al fine di rispettare la normativa in materia di protezione dei dati personali.