PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Settembre 2017 | Iniziata la collaborazione con il Wikipediano in residenza

Grazie all'accordo stretto tra l’Istituto Centrale per gli Archivi (ICAR) e Wikimedia Italia, dal mese di settembre 2017 un Wikipediano in residenza collabora con l’ICAR con l’obiettivo di portare il prezioso patrimonio dell’Istituto nel mondo “wiki”.

Marco Chemello, esperto contributore di Wikipedia selezionato con un bando indetto da Wikimedia Italia, faciliterà i rapporti tra le due comunità e fornirà al contempo assistenza e formazione al personale dell'Istituto.

Il progetto di collaborazione, della durata di sei mesi, prevede un'intensa attività di condivisione dei contenuti: l'ICAR intende contribuire non solo all’incremento e al miglioramento delle voci di Wikipedia, ma anche del "fratello" Wikidata - il database open che raccoglie dati strutturati in supporto all’enciclopedia libera - nel quale intende riversare le banche dati dell'Anagrafe degli archivi di Stato e dell'Atlante storico delle istituzioni.

Il direttore dell'ICAR Stefano Vitali ha dichiarato: "Si tratta di una collaborazione importante, con la quale desideriamo valorizzare e diffondere al più ampio pubblico raggiunto dall'enciclopedia libera i contenuti dei siti dell’Amministrazione archivistica".

Tra questi figurano risorse di primo piano quali i sistemi informativi archivistici statali, il Sistema archivistico nazionale (SAN) e diversi portali tematici, tra cui il Portale degli Archivi d'Impresa, il Portale degli archivi degli architetti e il Portale della rete degli archivi per non dimenticare, una fonte autorevole in tema di terrorismo e criminalità organizzata in Italia dal 1946 al 2010.

Il presidente dell'associazione Wikimedia Italia, Lorenzo Losa, si è detto dal canto suo felice della collaborazione con il prestigioso istituto nazionale, precisando che "si inserisce in modo assai convincente nel percorso che la nostra associazione sta percorrendo per diffondere le buone pratiche dell'Open Access tra le istituzioni culturali, pubbliche e private, in Italia." Particolarmente interessante, aggiunge, è “l’importanza data a Wikidata. Le informazioni contenute nella base dati sono disponibili per chiunque in modo automatico e libero, con un effetto volano per la creazione di applicazioni innovative da parte di attori terzi. Così si libera davvero la cultura”.

Vai alla descrizione del progetto

 

Wikimedia Italia

Wikimedia Italia - associazione per la diffusione della conoscenza libera - è un’Associazione di promozione sociale che dal 2005 favorisce il miglioramento e l’avanzamento del sapere e della cultura. In particolare, Wikimedia Italia promuove la produzione, la raccolta e la diffusione di contenuti liberi (open content). L’Associazione è inoltre impegnata a diffondere la conoscenza e aumentare la consapevolezza sui temi della cultura libera e del pubblico dominio.

In qualità di capitolo nazionale riconosciuto da Wikimedia Foundation, l'associazione promuove e sostiene lo sviluppo dei principali progetti Wikimedia in lingua italiana, primo fra tutti Wikipedia, l’enciclopedia libera e collaborativa. Wikimedia Italia è riconosciuta come capitolo ufficiale per l’Italia anche dalla OpenStreetMap Foundation.

Sito web

Facebook

Twitter